Il Levriero Russo anche chiamato cane Barzoi

Il Levriero Russo anche chiamato cane Barzoi

Il cane che proviene dall’est origini del Barzoi (Levriero Russo)



Il Cane Barzoi, anche detto Levriero Russo, è un cane appartenente al gruppo dei levrieri, il suo nome in russo è Russkaya Psovaya Borzaya, che significa “cane rapido a pelo lungo”.



La sua origine è un incrocio tra il Saluki e un cane da pastore russo non bene identificato.

Il levriero russo giunge a Londra alla metà del 1800; è stato un compagno fedele dei reali inglesi ed è diventato oggetto dei desideri delle più grandi famiglie aristocratiche britanniche. Lo zar Alessandro II offrì alcuni esemplari di Barzoi alla principessa del Galles ed alla duchessa di New Castle, così iniziò l’allevamento del levriero russo.

Oggi il levriero russo è allevato in tutto il mondo.

Aspetto e caratteristiche del Levriero Russo

E’ un cane longilineo con un aspetto nobile, testa stretta, occhi a mandorla di colore scuro ed orecchie attaccate alte ed arretrate, leggermente piccole; sono generalmente a forma di rosa ma quando il cane è in attenzione si presentano erette.

Ha una forte dentatura con incisivi a forbice o a tenaglia. La coda è attaccata bassa a falce o a scimitarra. Il mantello del Barzoi è a pelo lungo ondulato e setoso o con grandi ricci.

L’altezza al garrese per i maschi è di circa 70-82 cm, mentre per le femmine è compresa tra 65 e 77 cm.

Attitudini

Il Barzoi è un cane calmo e riservato, ma sotto la sua eleganza nasconde potenza e coraggio, soprattutto se si trova in posti dove è possibile cacciare della selvaggina. Nella vita familiare è molto affettuoso con il suo padre ed i componenti della famiglia stessa, anche se resta un po’ diffidente nei confronti degli estranei.

È un cane dai riflessi scattanti, rileva il massimo delle attitudini durante la caccia a vista ad inseguimento, è velocissimo.

All’origine era un cane utilizzato, infatti, per la caccia del lupo, oggi però è diventato a tutti gli effetti un cane da compagnia.

La Cura del Barzoi

Per conservare la bellezza del mantello è indispensabile una pulizia giornaliera con pettine e spazzola per eliminare i peli morti e lo sporco che si accumula sopra lo stesso.

Inoltre è importante con un battufolo di cotone pulire le orecchie, il naso e gli occhi.

È un cane che ha bisogno di lunghe passeggiate e se si ha la possibilità anche di galoppate in piena libertà.

Read Previous

Il cane Border Collie

Read Next

Il cane Beagle

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *